Il 17/10/2013 la Commissione Europea ha pubblicato delle mappe per il progetto TEN – T (“Trans-European transport Network – http://ec.europa.eu/transport/themes/infrastructure/doc/ten-t-country-fiches/ten-t-corridor-map-2013.pdf – allego immagine alla fine), definito come “la più radicale revisione delle politiche infrastrutturali dell’Unione Europea”, per la quale verranno stanziati 26 miliardi (sic!) di Euro tra il 2014 e il 2020 (http://ec.europa.eu/transport/themes/infrastructure/news/ten-t-corridors_en.htm).
Si tratta di un progetto di viabilità che mira a collegare le principali regioni d’Europa attraverso un potenziamento di tutte le infrastrutture: stradali, ferroviarie, marittime e aeroportuali attraverso 9 “canali” principali. Inutile a dirsi, l’Abruzzo è fuori.
La cosa che lascia interdetti è che tale “omissione” non sia figlia di una più generale del sud Italia: dalla mappa citata all’inizio si nota infatti che il canale “Scandinavia-Mediterraneo” (quello in rosa) attraversa tutta l’Italia, da nord a sud, e sulla linea adriatica si interrompe ad Ancona per riprendere a Bari. In pratica, l’Abruzzo (e il Molise) viene saltato “a pie’ pari”.

Sinceramente non ne sono stupito. Le amministrazioni abruzzesi hanno fatto di tutto per tagliare l’Abruzzo fuori dai collegamenti col resto del mondo. Nessuno si è battuto per ottenere la linea per i treni ad alta velocità. Nessuno si è battuto per un rapido dragaggio del porto di Pescara. Nessuno si è battuto per un ampliamento / potenziamento dell’unico aeroporto passeggeri in Abruzzo. Una regione che vanta bellezze uniche e che dovrebbe fare del turismo la propria fonte primaria di introiti ma che si rende difficile da raggiungere.

Una regione in posizione strategica, al centro dell’Italia e dell’Adriatico, porta naturale di Roma verso est, che vanta pochissimi collegamenti trans-adriatici. Vengono di continuo rinnovati accordi con le camere di commercio serbe ed erzegovesi, per non parlare dello storico gemellaggio tra Pescara e Split/Spalato. Tutto sulla carta, nella vita dei cittadini tutto questo in cosa si riflette?

L’Abruzzo è il segreto meglio custodito d’Europa. Ma quanto vale un segreto?

ten-t

Annunci